Studi Biografici e Bibliografici Sulla Storia Della Geografia in Italia, Volume II

£9.9
FREE Shipping

Studi Biografici e Bibliografici Sulla Storia Della Geografia in Italia, Volume II

Studi Biografici e Bibliografici Sulla Storia Della Geografia in Italia, Volume II

RRP: £99
Price: £9.9
£9.9 FREE Shipping

In stock

We accept the following payment methods

Description

Le schede biografiche riguardanti le "Donne illustri" provengono in parte dal lavoro svolto da tre scrittori e docenti dell'Università di Padova, Luigi Mabil, Antonio Marsand, Antonio Meneghelli, che nell'impossibilità di portare a termine il loro lavoro perché oberati da altri impegni, consegnarono il materiale raccolto ad Ambrogio Levati, che lo avrebbe completato e pubblicato. In Italia il modello della madre eroica si riafferma durante la prima guerra mondiale, quando diventano oggetto di celebrazioni ed onori le madri e le mogli dei caduti per la patria. Nel periodo postunitario, la figura di Adelaide Cairoli, definita da Garibaldi "generosa madre d’eroi", [57] pronta a sacrificare i propri figli per la causa dell'indipendenza italiana, diventa oggetto di un vero e proprio culto laico, di cui sono esempio le numerose citazioni e ricostruzioni biografiche a lei dedicate nei pantheon femminili. Il primo repertorio scritto da una donna è il Livre de la Cité des Dames della poetessa francese Christine de Pizan, composto tra il 1404 e il 1405.

Actes du colloque organisé par le Dipartimento di storia dell’Università degli studi di Firenze, l’École française de Rome et le Comune di Firenze «Progetto donna», Florence 11 et 12 juin 1999, Firenze, 1999. EN) Natalie Zemon Davis, ‘‘Women’sHistory’, in Transition: The European Case, in Feminist Studies, vol. Il testo è disponibile secondo la licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo; possono applicarsi condizioni ulteriori.Secondo Ascenzi, se rapportata all'età dell'Illuminismo, la maggior parte di questa produzione incentrata sulle donne celebri e l'ampia pubblicistica rivolta all'istruzione delle ragazze segnerebbero un'involuzione della posizione culturale e sociale femminile: rispetto al modello di donna istruita, autonoma, consapevole dei propri diritti del secolo precedente, sarebbe prevalsa nell'Ottocento un'immagine femminile subalterna, funzionale all'ordinamento familiare patriarcale, anche se riletta in termini patriottici. La produzione di tali repertori continua grazie al lavoro di biografe e storiche, o a particolari progetti editoriali, e viene utilizzata come modello anche da parte di minoranze religiose, razziali ed etniche per sostenere le proprie rivendicazioni, recuperare la memoria, opporsi alla ricostruzione della storia ufficiale. Smith The Contribution of Women to Modern Historiography in Great Britain, France and the United States (1984) è uno dei primi a mettere in luce come la produzione di biografie individuali e collettive abbia ispirato una massiccia ricerca storica sui caratteri dell'esistenza femminile, prodotto un'importante tradizione di storiografia femminile e avviato una riflessione sul significato della presenza delle donne nella storia. EN) Mary Spongberg, Catalogs of women, in Mary Spongberg, Ann Curthoys, Barbara Caine (a cura di), Companion to Women's Historical Writing, Houndmills, Palgrave Macmillan, 2005, pp.

FR) Louise-Félicité Guinement de Keralio, Collection des meilleurs ouvrages françois, composés par des femmes, dédiée aux femmes françoises, Paris, 1786-1789, OCLC 460597565. This definitive bibliography includes Amat and Uzielli's studies of maps of Italian exploration from the 13th to 17th century. Tra queste, Les vies des femmes célèbres (1505), su esempio del Boccaccio, hanno per autore il domenicano Antoine Dufour che le scrive in omaggio ad Anna, duchessa di Bretagna e regina di Francia.

EN) Glenda McLeod (a cura di), Virtue and Venom: Catalogs of Women from Antiquity to the Renaissance, Ann Arbor, University of Michigan Press, 1991, ISBN 9780472102068, OCLC 24142533. Read more about the condition New: A new, unread, unused book in perfect condition with no missing or damaged pages. L'espressione, riferita all'opera di Plutarco Γυναικῶν ἀρεταί o De mulierum virtutibus, nella quale sono riportati ventisette aneddoti sul coraggio delle donne, ripresi da miti, leggende o fatti storici, è stata utilizzata in diverse pubblicazioni in età contemporanea, per indicare, più in generale, le gallerie di personaggi celebri femminili.

Sul finire del XIX secolo entrano a pieno titolo tra le donne da ricordare anche le femministe, spesso ad opera delle stesse protagoniste dell' emancipazionismo, come Millicent Garrett Fawcett che raccoglie e ristampa una serie di articoli in Some Eminent Women of Our Time (1889), dedicati a personalità famose per il loro impegno a favore dei diritti delle donne. Fiorini opens by stating that, at the time, historic studies regarding places of study, students, professors, legislation and other related aspects of the University of Malta were yet to be carried out.Pierina Berra, Eroine del Risorgimento italiano, ossia cenni di storia contemporanea ad uso delle alunne delle scuole del Regno, Torino, Direzione Del Giornale L'unione Edit.

Libro di lettura e di premio (1872) di Pietro Fanfani, [64] la Bibliografia femminile italiana del XIX secolo (1875) di Oscar Greco. Rosanna De Longis, Maternità illustri: dalle madri illuministe ai cataloghi ottocenteschi, in Marina D'Amelia (a cura di), Storia della maternità, Roma-Bari, Laterza, 1997, pp.Repertorio della pubblicistica educativa e scolastica e della letteratura amena destinata al mondo femminile nell’Italia dell’Ottocento, Macerata, EUM, 2009, ISBN 9788860560285.



  • Fruugo ID: 258392218-563234582
  • EAN: 764486781913
  • Sold by: Fruugo

Delivery & Returns

Fruugo

Address: UK
All products: Visit Fruugo Shop